AUDIZIONI
Sala Falck / Ambrosianeum

Alla sua fondazione come Centro Culturale, nel 1948, l'Ambrosianeum venne ospitato presso la Biblioteca Ambrosiana. Due anni più tardi si spostò nella sede definitiva, la decagonale Rotonda disegnata nel Cinquecento da Pellegrino Pellegrini de Tibaldi, detto "il Pellegrini", su commissione del Cardinale Carlo Borromeo, per alloggiare le scuderie vescovili.

Fu il Cardinale Schuster a concedere un contesto tanto prestigioso all'Ambrosianeum, apprezzando l'impegno laicale dell'associazione, le sue prospettive di apertura a diverse collaborazioni e l'interesse per i grandi temi della società contemporanea. Tutte le spese per il restauro della nuova sede vennero coperte dal senatore Enrico Falck e l'arredo interno fu opera del noto architetto milanese Luigi Caccia Dominioni.Tra la fine degli anni Ottanta e l'inizio degli anni Novanta iniziarono i lavori nella sala del piano intermedio, oggi sala Falck, per migliorarne la fonoassorbenza e consentire cosi anche l'uso di strumenti musicali.

Dalla fine degli anni Novanta l'Ambrosianeum ha inaugurato un nutrito programma di manifestazioni artistiche e culturali e per questo il piano intermedio è stato sottoposto a una ulteriore serie di interventi tesi a migliorare la qualità della trasmissione sonora. Nel 2004, la Fondazione ha deciso di manifestare la propria riconoscenza verso due grandi fondatori dell'Ambrosianeum, intitolando la sala superiore a Enrico Falck e quella inferiore a Giuseppe Lazzati. Nel 2013, la Fondazione ha inaugurato l'apertura di una nuova sala, intitolandola a Giorgio Rumi, "storico dell'Italia unita", per ricordare l'originalità del suo contributo, e confermare il suo ruolo autorevole e meritorio, destinato a resistere nel tempo.

Sala Falck
Capienza: 100 posti

La sala superiore, dedicata alla memoria della famiglia Falck (il senatore Enrico fu uno dei fondatori di Ambrosianeum), si raggiunge percorrendo la breve rampa in leggera salita che collega l'ingresso da via delle Ore ad un portico di accesso sorretto da colonne monumentali e sormontato da un timpano neoclassico.

La struttura conserva l'impianto decagonale originario, ed è caratterizzata da un ampio spazio centrale circolare coperto a volta e delimitato da colonne, circondato da un ampio ambulacro perimetrale.

All'interno della sala è presente una pedana rialzata dove trova spazio il tavolo per conferenze, che accoglie fino a 5 relatori.

Perfetta come sede di conferenze-stampa, presentazioni, reading e dibattiti, la Sala Falck si presta anche ad ospitare momenti musicali: un pianoforte mezza-coda Steinway&Sons è infatti a disposizione degli ospiti, e l'ambiente è perfettamente insonorizzato.






SERATA DI GALA E PREMIAZIONI
Nuovo Auditorium San Fedele

Anche quest'anno abbiamo una nuova location per la Serata di Gala e Premiazioni: il NUOVO AUDITORIUM SAN FEDELE. L'anno scorso il successo di pubblico è stato tale che per quest'anno abbiamo dovuto pensare ad un spazio più ampio per accogliere tutto il nostro pubblico.
"Il nuovo Auditorium San Fedele è stato inaugurato Domenica 10 ottobre dallo Sharoun Ensemble (solisti della Berliner Philarmoniker) in un concerto del Festival Milano Musica. Dopo l'intervento di riqualifica acustica, la sala si segnala per le sue qualità sonore che la rendono adeguata per i concerti di musica da camera, lirica ed elettronica. (- dal sito del Nuovo Auditorium San Fedele)

Nuovo Auditorium San Fedele - Presentazione

Questo meraviglioso spazio accoglierà quindi il nostro generoso pubblico che dovrà aiutarci a decretare lo SPECIALE PREMIO DEL PUBBLICO. Vi aspettiamo in tanti!